Computer Vision: test in ambiente simulato e Virtual Reality

Computer Vision: test in ambiente simulato e Virtual Reality

In questi giorni M3E, in collaborazione con i ricercatori del Dipartimento ICEA dell’Università di Padova, sta realizzando una serie di test in ambiente simulato, al fine di validare l’algoritmo di calcolo per il sistema di monitoraggio prototipale.

Saranno realizzati diversi test con difficoltà via via crescenti:

  • Test in laboratorio con scena statica e con spostamenti localizzati imposti;
  • Test  in ambiente virtuale (realizzato con Blender, un software di modellazione, animazione e rendering di immagini tridimensionali) con spostamenti imposti ad un oggetto con colore omogeneo;
  • Test  in ambiente virtuale con spostamenti imposti ad un oggetto con applicata una texture raffigurante dei sassi.

Operativamente, per ciascun test saranno svolti i seguenti tasks:

  • Realizzare circa 30 scatti, girando attorno alla scena (statica),
  • muovere degli oggetti, tenendo traccia di quanto sono stati spostati, e acquisire nuove foto dopo lo spostamento,
  • calibrare il sistema a partire dalle foto acquisite,
  • testare il codice, confrontando gli spostamenti stimati con quelli realmente imposti.

 

 

Attività è realizzata nell’ambito del progetto Sistemi di Computer Vision per La Sicurezza Strutturale e la Protezione Civile, finanziato dalla Regione del Veneto nell’ambito del POR FESR 2014-2020 Azione 1.1.4, 3.3.1 – bando aggregazioni”, con un contributo pari a €280.410,00.